L'Uomo Che Non Ha Idea incontra John Lennon

L’Uomo Che Non Ha Idea incontra John Lennon, Lucio Corsi e tutti coloro che non hanno mai smesso di immaginare

L’Uomo Che Non Ha Idea incontra John Lennon e invita Lucio Corsi e tutti coloro che non hanno mai smesso di immaginare a scambiare fatti,
opinioni ed idee in questa pagina dedicata a chi, oggi, in Italia e nel mondo si domanda se sia così difficile immaginare un’idea.

“La fantasia è uno strumento, come un cacciavite, una chiave inglese, un basso o un pianoforte.
L’unica differenza che c’è tra la fantasia e le altre tipologie di attrezzi è che non esiste un luogo adibito alla sua vendita.

Non esiste al mondo un solo ferramenta che la tenga sugli scaffali.
Il suo essere trasparente può al tempo stesso essere un male (è facile dimenticarsi della sua esistenza non potendola vedere) ed un bene (è portatile, leggera e sempre a nostra disposizione).
Se fossi costretto a darle una forma le darei l’aspetto di una lente d’ingrandimento o di un binocolo, poiché la fantasia può ingrandire o rimpicciolire le cose, rendere tutto un po’ più bello o un po’ più brutto”.

L’Uomo Che Non Ha Idea incontra John Lennon è pubblicato anche su Il Fatto Quotidiano.it

Questo articolo è tradotto anche in ENG.

Condividi:
FacebookTwitterEmail

Partecipa al dibattito